Roma nun fa la cretacica stasera….

Immaginate di essere un gioviale signorotto anziano della provincia di Roma. Vivete in un bellissimo borgo medievale, con una roccaforte vicino casa vostra. Un giorno decidete di costruirvi un muretto per abbellire il circondario della vastrone magione. Andate dietro casa del vicino, dove un bel affioramento roccioso costeggia il casolare, e selezionate rocce e sassi a terra che siano della grandezza giusta.
Portate tutto a casa, preparate un po’ di cemento, e fate su il vostro bel muretto.

La mattina vi svegliate, e trovate un buco nel vostro muretto.
Ovviamente vi salgono i nervi, pensando a tutto il lavoro svolto.
Poi però notate che in mezzo alla porzione mancante di muretto ci sta un lungo oggetto simil-cilindrico.  Colori che non fanno pensare a qualcosa di inanimato.
Scodinzola.
Una coda.
Sì, si, una coda! Che continua in un corpo tozzo e relativamente piccolo e possente, 4 arti colonnari, e un collo di relativa lunghezza. La testa, una piccola sfera squadrata che guarda le fronde dell’albero che avete piantato con tanta fatica l’anno prima, tra una partita di tresette e un bel bicchiere di vino rosso.

No. Il mio albero no. Quello non lo rovini.
Però l’animale non ci arriva. E’ piccolo. Cioè, è grosso, poco più grande di una mucca, ma più lungo. Ma non così grande. Non da arrivare alle altissime fronde. Nemmeno se si puntella sulla coda, (distruggendomi il muretto), ergendosi sulle zampe posteriori per allungare il collo.

Ah. Il karma! Tu mi distruggi il muretto, tu non mangi.
DI colpo la fiera si gira. Ti guarda. Occhi supplicanti di chi il cibo non tocca da 112 milioni di anni.
Mannaggia al mio animo troppo buono.

Vieni qua, noncosìtanto piccoletto. Vediamo cosa posso offrirti… però intanto faccio una telefonatina a qualche amico. Tu non sei una mucca. Sembri una lucertola, ma non sei una lucertola.
Eppure ti ho visto su qualche film poco tempo fa… Vabbè. Intanto ti tengo qua io.
Ti chiamerò Tito.
Dove ho messo il numero del museo di Milano?

TitoSauropode copy

Se volete sapere chi è veramente Tito, leggete qua.

Cristiano Dal Sasso, Gustavo Pierangelini, Federico Famiani, Andrea Cau, Umberto Nicosia. 2016. First sauropod bones from Italy offer new insights on the radiation of Titanosauria between Africa and Europe. Cretaceous Research doi:10.1016/j.cretres.2016.03.008

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...